Il Summer Jamboree 2017 si allarga



Rispetto agli anni passati, l’edizione 2017 del Summer Jamboree è destinata ad ampliarsi: quest’anno, infatti, la kermesse andrà in scena dal 26 luglio fino al 6 agosto, guadagnando un paio di giorni in più delle edizioni precedenti. La città di Senigallia, dunque, ancora una volta accoglierà l’evento dedicato alla musica e alla cultura degli Stati Uniti degli anni ’40 e degli anni ’50. Un appuntamento che – come si può scoprire consultando il sito www.goodmarche.com – nel giro di pochi anni è stato in grado di conquistare una notevole reputazione non solo lungo la Riviera Adriatica, ma anche nel resto d’Italia e perfino all’estero.

Per il 2017, quindi, il Summer Jamboree in totale durerà dodici giorni: poco meno di due settimane di appuntamenti da non perdere, articolate in tre giorni di pre-festival e nove giorni di festival vero e proprio. Per altro, l’organizzazione della manifestazione avverrà a Senigallia almeno fino al 2020, stando alla Convenzione che nei giorni scorsi è stata sottoscritta in Comune. La città marchigiana si conferma, anche per questo motivo, un epicentro del turismo sia a livello nazionale che a livello internazionale. Basti pensare che nel 2016 il Summer Jamboree ha portato da queste parti circa 400mila persone, con la partecipazione di più di 150 artisti tra dj e musicisti. Numeri da capogiro, insomma, impreziositi dal fatto che dei 39 concerti che si sono svolti ben 38 erano a ingresso gratuito.



Tra swing e concerti, il Summer Jamboree rappresenta una straordinaria occasione per apprezzare la spiaggia di Senigallia in tutta la sua bellezza: un evento di portata mondiale che permette, a chi vi prende parte, di compiere un viaggio a ritroso nel tempo. Non è un caso che gli appassionati di rock and roll che arrivano a Senigallia per l’occasione provengano da ogni parte del mondo. E se la prima edizione della kermesse era nata un po’ per gioco e un po’ per scommessa, in pochissimi anni l’evento ha assunto una portata tale da consentire di vedere sul palco musicisti del calibro di Ben E. King, di Chuck Berry o di Jerry Lee Lewis, senza dimenticare gli Stray Cats.

E non è finita qui perché l’atmosfera dell’immediato dopoguerra americano è stata rivissuta anche grazie agli spettacoli di burlesque, con la presenza di Dita Von Teese. Insomma, ogni anno le sorprese da vivere sono tante, e con il passare del tempo le aspettative crescono sempre di più: ogni angolo di Senigallia è coinvolto, con esibizioni di musicisti e lezioni di ballo. Che ci si trovi alla Rotonda a Mare o nel centro storico, in piazza del Duca o sul lungomare, ci sono proposte per tutti i gusti e per tutte le esigenze. E anche la componente scenografica viene curata in ogni minimo dettaglio, con vestiti hawaiani e corone di fiori a dare un tocco ancora più magico a tutta la rassegna.

Anche chi non ama ballare fa fatica a resistere al richiamo del rock and roll e ai suoi ritmi. I più coraggiosi, poi, decidono addirittura di sfoggiare acconciature a tema e di indossare abiti degli anni ’50, magari presi da un mercatino vintage.




CONDIVIDI