il manifesto Prima Pagina di Oggi 31 gennaio 2017

Vediamo i temi trattati sulla prima pagina de il manifesto di oggi, 31 gennaio 2017.

Si inizia con Farhadi, sono diversi gli artisti contro Donald Trump e la sua politica avversaria all’Islam. Il regista, di origina iraniana, non potrà partecipare alla cerimonia degli Oscar.

Per la sezione Culture si parla di internet: “L’algoritmo è un virus che ha bisogno di strategie di resistenza e autodeterminazione”.

Per la sezione Il Ricordo, Gerardo Marotta: “Napoli perde più che un avvocato”.

La parte centrale della prima pagina de il manifesto di oggi è dedicata alla strage anti islamica in Canada. Il Premier Canadese Trudeau conferma: “Atto Terroristico”. Sono sei le vittime e almeno 19 i feriti, tra questi almeno cinque in gravi condizioni. L’atto terroristico è avvenuto in un centro culturale islamico, in Quebec City.

E’ presente anche una sezione dedicata al problema Immigrazione ed alla gestione della questione da parte del Presidente degli Stati Uniti d’America Donald Trump. Viene utilizzato il titolo “La Casa Bianca si ispira ai muri europei”.

Immagine centrale dedicata ai disagi ed alle proteste, sempre per via del “ban all’Islam” americano. Viene utilizzato il titolo “Terminal America”, in rivolta tante persone in migliaia di aeroporti degli Stati Uniti. Anche l’ex Presidente degli USA Obama in protesta.

Spazio dedicato anche al Reddito Universale in Francia, stato dove a breve si terranno le elezioni. “Fillon rischia il ritiro, Hamon lavora a sinistra”.

Per quello che riguarda la nuova Legge elettorale, “La Consulta parlerà ai legislatori”.

Mauro Biani ironizza con una vignetta su Donald Trump a riguardo della blacklist che non comprende l’Arabia Saudita.

Salva