Giochi d’Azzardo ovunque, Casino Italiani in rosso, Sanremo ancora bene

Quando i casino tradizionali erano dei luoghi super affollati da tutti coloro che amavano i giochi d’azzardo il Casino di Sanremo era considerato il fiore all’occhiello dei Casino italiani.

Un pò alla volta, a causa dell’apertura di sale slot un pò ovunque, dell’apertura di mini sale giochi e dell’avanzare delle nuove tecnologie che immettono sul mercato sempre più portali di casino online il numero di visitatori alle sale da gioco tradizionali sembrerebbe calare nel tempo. Ricordiamo a tutti coloro che fossero intenzionati al gioco d’azzardo online di giocare esclusivamente sui siti di casino aams ovvero siti che sono sottoposti al controllo degli operatori del gioco d’azzardo e del gioco online direttamente dall’Amministrazione Autonoma dei Monopoli di Stato.

Nonostante il Casino di Sanremo se la passi ancora molto bene il calo di presenze è sicuramente ben visibile. Gli altri tempi dell’azzardo d’Italia sembrerebbero aver subito un calo di presenze ancora maggiore rispetto a quello di Sanremo. Nella vicina Francia la situazione è abbastanza simile a quella dell’Italia. Almeno per quello che riguarda le sale da gioco presenti sulla Costa Azzurra si è avuto un importante calo del numero dei giocatori.

La casa da gioco di Sanremo ha già apportato dei tagli sul personale ed ha subito un piccolo risanamento economico nell’ultimo periodo. Il proprietario però, che ricordiamo essere il Comune di Sanremo, riesce ancora a trarre profitto dalla struttura anche se logicamente non si parla degli stessi guadagni che si riuscivano ad ottenere nei tempi d’oro della sala da gioco.

Se il Casino di Sanremo riesce a portare ancora dei profitti gli altri casino italiani non se la passano molto bene.

Il Casino di Campione d’Italia che dieci anni fa era in profitto per una somma pari a 30 milioni di euro oggi vanta un debito di 140 milioni di euro. Il Sindaco ha già pensato alla possibile chiusura della sala da gioco in quanto il debito sembrerebbe ormai crescere a dismisura, mese dopo mese.

Il Casino di Saint Vincent sta applicando, il base al piano della riforma Fornero, dei tagli sugli stipendi dei dipendenti, tagli che vanno dai 320 ai 640€ per ciascun dipendente della sala da gioco.

Anche il Casino di Venezia non se la passa bene. La Giunta comunale ha approvato la chiusura di Cà Vendramin Calergi, sede storica della sala da gioco. Lo stop del Casino di Venezia potrebbe già arrivare dal gennaio 2018.

La situazione del Casino di Sanremo quindi, dopo aver visionato quella degli altri casino italiani è una situazione finanziaria ottima dato che è l’unica casa da gioco che porta ancora profitti al Comune. Proprio per questo attualmente è previsto un aumento per i dipendenti della sala da gioco ligure, aumento deciso in questi giorni che però verrà attuato solo nei prossimi anni.

Ad oggi i guadagni dei casino tradizionali derivano per la maggiore dalle slot machine che richiedono, rispetto ai giochi tradizionali, meno manutenzione e vengono maggiormente richieste dai giocatori.