Differenza tra Epilatori a Luce Pulsata e Elettrici



Uno dei crucci maggiori delle donne di tutto il mondo è quello della depilazione, la famosa “ceretta”. Gambe, ascelle, braccia, ma anche viso devono essere libere da peli superflui. Chi se lo può permettere va costantemente dall’estetista, le altre ricorrono ai classici metodi casalinghi. L’apparecchio che permette di togliere i peli si chiama epilatore. E’ economico e abbastanza funzionale, anche se non risolve il problema definitivamente. Ad ogni modo sul mercato esistono gli epilatori a luce pulsata e quelli elettrici. E’ importante capire la differenza tra i due per poter scegliere il modello più appropriato alle necessità.  Immergetevi nella lettura di questa guida che abbiamo preparato per voi prima di acquistarne uno. Non c’è niente di tecnico e di complicato, solo le nozioni principali per approfondire questo mondo in modo di non sprecare soldi.

Differenza tra epilatore a luce pulsata ed elettrico

Si chiama IPL, intense pulsed light, il metodo che fa uso del laser a luce pulsata. Viene utilizzato in diversi ambiti medici ed estetici. La luce emessa dal diodo laser è selettiva e si adatta al lavoro che deve fare. Nel caso dell’ epilatore va ad agire sulla melanina nei follicoli, tutto ciò per fermare il ciclo di ricrescita.

L’epilatore elettrico invece agisce meccanicamente,  è molto simile a quello che si usa per la barba. Strappa il pelo dal bulbo eliminandolo dalla pelle. Quindi il primo non va a toccare il pelo, ma lavora con il laser, il secondo invece lo rimuove in modo meccanico.

In quali parti del corpo si possono usare

Gli epilatori possono essere usati con efficacia sulle gambe, sulla cosiddetta “zona bikini” quindi nella parte inguinale, sulle braccia e anche per rimuovere la peluria che si forma sul viso, i famosi baffetti. Nelle parti più delicate, come quelle inguinali, bisogna usare sia l’epilatore elettrico che quello a luce pulsata in maniera delicata. Attenzione in quest’ultimo caso quando viene usato sul viso, usate ad esempio una matita da trucco bianca per evitare di ustionarsi. Meglio anche indossare degli occhialetti protettivi.



I prezzi

Un epilatore elettrico ha un costo compreso tra 30 euro per un modello economico e 100 euro. Un epilatore a luce pulsata di buona qualità non costa meno di 250-300 euro.

Quale scegliere tra i due

Un epilatore a luce pulsata è sicuramente più efficace rispetto ad uno elettrico. Addirittura dopo molti trattamenti, in alcune parti del corpo i peli non ricrescono più, proprio perché viene distrutto il follicolo. Non possono essere usati però da chi ha la pelle molto scura. L’ ideale sarebbe pelle non molto scura e pelo nero o marrone, oppure pelle chiara e pelo scuro. E’ inefficace se si tratta di rimuovere peli rossi, bianchi o biondi.

L’epilatore elettrico è economico, semplice da usare e veloce. Il pelo però ricresce sempre una volta tagliato. Coloro che vogliono vedere risultati immediati, ad esempio devono radersi le gambe per la serata, devono optare per il modello elettrico. I risultati dell’epilatore a luce pulsata si vedono infatti dopo diverse sedute, occorre quindi pazientare e ripetere le applicazioni varie volte. Anche se dopo 4-6 sedute la riduzione dei peli è del 70/80 % non possiamo dire che sia definitiva. Ovviamente la ricrescita è più lenta rispetto ad un modello elettrico.

Controindicazioni luce pulsata

Sebbene sia da considerarsi un trattamento sicuro ci sono degli accorgimenti da rispettare:

  • il raggio laser non va puntato negli occhi, meglio indossare degli occhialetti protettivi scuri quando si usa;
  • pazienti fotosensibili non devono usarlo;
  • pazienti che hanno usato acido glicolico per un peeling oppure stanno assumendo farmaci per la ricrescita dei capelli come il Minoxydil non devono usarlo;
  • niente uso di epilatore laser se si ha la pelle scura e se si hanno lentiggini, voglie o cicatrici;
  • se si soffre di diabete o si hanno problemi cardiaci meglio evitare l’uso.


CONDIVIDI