Canone Rai 2017, come ottenere l’esenzione?

CONDIVIDI


Arriva il nuovo anno ed assieme a lui, il nuovo Canone Rai da pagare. Anche per il 2017 l’abbonamento della tv è oggetto di una circolare della agenzia delle entrate, che disciplina completamente il Canone ed il suo pagamento ma anche le modalità per l’ottenimento dell’esenzione. A partire dall’anno scorso, il 2016, la riscossione dell’imposta sulla detenzione della tv avviene assieme alla bolletta della luce della casa di residenza. E’ importante sapere che sussiste una presunzione di detenzione di un apparecchio televisivo in capo dal soggetto che possiede un’utenza per la fornitura di energia elettrica nella residenza anagrafica. Proprio a questa ‘presunzione di detenzione’ bisogna porre particolare attenzione.



Innanzitutto si tratta di detenzione e non di possesso il presupposto per il pagamento del Canone: si tratta di due figure giuridiche diverse, per cui è tenuto a pagare il canone in quanto detentore anche colui che, affittuario, utilizzi la televisione di proprietà del padrone di casa. Si può però evitare di pagare il canone, se non si è detentori di alcun apparecchio televisivo, semplicemente presentando una autocertificazione che viene chiamata dichiarazione sostitutiva. In questa dichiarazione voi sostenete, sotto la vostra responsabilità, di non detenere alcun apparecchio tv nella casa di abitazione.

Se presentate la dichiarazione dal 31 luglio del 2016 al 31 gennaio del 2017, l’esenzione riguarda tutto il 2017; se invece la dichiarazione viene presentata dal 1 febbraio 2017 al 30 giugno 2017, l’esenzione dal pagamento del canone riguarda solo l’ultimo semestre del 2017. Ricordiamo che il pagamento del Canone Rai per il 2917 è di 90 euro per tutto l’anno, diviso nella bolletta in dieci rate ciascuna da nove euro.




CONDIVIDI