Alberi di Natale Futuristici del 2017



Il simbolo più importante del Natale è sicuramente l’albero. Come deve essere l’albero di Natale perfetto? Non esiste una versione standard, ognuno può addobbarlo a proprio piacimento ma qualcuno spesso esagera con l’egocentrismo e talvolta si creano invece delle vere e proprie opere d’arte.

Manca sicuramente ancora tanto al Natale 2017 ma chi deve “colpire” ed entusiasmare i passanti è già a lavoro da tempo. In tanti casi gli alberi futuristici vengono ideati per pubblicizzare delle campagne promozionali, ottime fonti di marketing, in altri casi vengono ideati per attirare turisti nella propria città.

Lo scorso anno sono stati diversi gli alberi di Natale futuristici, cosa ci aspetterà per la fine del 2017?

Tra lo scorso anno, il 2016, e quello attuale, il 2017, abbiamo potuto ammirare alcuni alberi futuristici, alberi con decorazioni un pò diverse dal solito che hanno fatto si che alcuni di questi alberi vengano definiti come alberi di natale futuristici.

In Francia lo studio 1024 Architecture si è inventata una struttura alquanto improbabile per un albero di Natale. Si tratta di un albero digitale presentato nel 2012 nella piazza principale di Bruxelles e posizionato lo scorso natale nella metropoli cinese di Shanghai, citta che vanta circa 25 milioni di abitanti. La struttura dell’albero è completamente in metallo ed è ricca di faretti LED. Il gioco di luci è accompagnato da tante videoproiezioni. Lo scopo dell’albero, che vanta il marchio dello studio che l’ha progettato, il 1024 Architecture, è quello di illuminare la zona in cui è situato come mai è stato fatto prima, in una maniera più che originale.

Anche Taiwan non poteva essere da meno con l’albero futuristico. Lo scorso Natale ha presentato uno scenario natalizio 3D tra i grattaceli della città di Taipei. Per tutto il periodo delle festività natalizie immerso tra i grattacieli vi fu un gigantesco albero di natale alto ben 36 metri. Tutto intorno fu organizzato uno spettacolo multimediale con tantissimi effetti in tre dimensioni. Il tutto fu organizzato da una società americana che si occupa della gestione di giochi e luoghi d’intrattenimento in 3D. Il magico albero di natale futuristico di Taiwan rimase a Taipei sino al 2 gennaio. Cosa ci riserverà quest’anno? Non ci resta che attendere le festività natalizie.



Sempre lo scorso natale, sino al 22 gennaio di questo anno, è stato possibile ammirare a Lione, in Francia, un altro albero di Natale molto particolare. E’ stato soprannominato l’albero di Twitter in quanto è stato “bersagliato” da tantissimi Tweet sul famoso Social Network. L’albero di Natale è stato regalato dall’Olympique, la squadra di calcio del Lione ai propri tifosi. Quest’albero è stato probabilmente non solo l’emblema del futuro ma anche del collegamento che vi è tra visitatori e Social Network. Ogni volta che su Twitter veniva inviato un hashtag tra quelli prescelti, e cioè #BonheurParcOL, #PassionParcOL o #JoieParcOL, l’albero reagiva cambiando la sua luminosità e colui che aveva scritto il Tweet riceveva una gif (un’immagine animata) dell’albero con l’effetto luminoso che era stato generato. L’altezza, soli nove metri, non è sicuramente l’aspetto importante di questo albero, ma l’interazione Social è stato sicuramente una delle novità più carine dell’ultimo anno.

Orange è il nome dell’albero che durante le ultime festività di Natale è stato presente dinanzi a Palazzo Garnier, nel cuore della città di Parigi. Come è possibile immaginare, data la traduzione della parola, l’albero era visibilmente di colore arancione. Alto ben 15 metri l’albero sponsorizzava l’omonima compagnia telefonica francese, appunto il gestore telefonico Orange. L’albero è stato ideato per pubblicizzare una nuova promozione commerciale. Fu posizionato nel mese di novembre del 2016 e vi resto per tutte le feste natalizie.

A Sidney, in Australia, è stato ideato un albero un pò diverso dai precedenti che abbiamo elencato. Si tratta di un grande albero fatto esclusivamente con delle bottiglie di plastica. Tutte le bottiglie utilizzate sono rigorosamente di colore verde. Per dare un taglio più armonioso ed una maggiore definizione di quello che dovrebbe essere un albero di natale sono poi stati utilizzati i coperchi delle bottiglie di colore blu. In questo caso è stato utilizzato un effetto in due colori. Scopo dell’ideatore era quello di creare un’opera con materiali di riciclo.

E nelle nostre case? Quali potranno essere le novità che ci attendono per il futuro? Oltre agli alberi più bizzarri che possono piacere e non piacere, in base ai propri gusti personali, lo scorso anno qualcuno ha già provato ad esibire, nella propria abitazione, un albero capovolto a testa in giù. Si tratta di un modello ideato per negozi che vendono alberi di Natale ma che è stato molto apprezzato da diverse persone e quindi successivamente utilizzato anche nelle abitazioni di diverse persone che hanno visto in questo esemplare la possibilità di risparmiare spazio. Ed in effetti la base, presentando la punta invece che l’ampio bacino dell’albero, si presenta come il luogo ideale per posizionare un grande numero di pacchi regalo.



CONDIVIDI